Search

Quanto costa vendere su Amazon?



Quali sono i costi di vendita su Amazon? Tutti coloro i quali cominciano a vendere sul marketplace si pongono questa domanda. Le spese da affrontare sono diverse e conoscerle in anticipo può risultare determinante per pianificare al meglio la propria strategia di crescita ed evitare brutte sorprese. In questo articolo passeremo in rassegna tutte le principali voci di costo per vendere sul marketplace più famoso al mondo.


Quanto costa aprire un negozio su Amazon

Differenze tra account individuale e professionale Amazon

Commissioni Amazon per venditori

Quanto costa vendere su Amazon con il servizio FBA

Amazon Advertising: quanto costa la pubblicità su Amazon

Conclusioni


Prima di iscriversi al Seller Central, sapere quanto costa vendere su Amazon è fondamentale per valutare la fattibilità e la convenienza del progetto. È assolutamente indispensabile fare un'attenta analisi della marginalità per comprendere quali possono essere gli articoli su cui puntare maggiormente e che tipo di ricavo aspettarsi dalla piattaforma.



Quanto costa aprire un negozio su Amazon

Per riassumere, i costi sostenuti da un venditore Amazon dipendono da:

  • tipo di account (individuale o professionale);

  • tipologia di prodotti da vendere e relativa categoria;

  • modalità di spedizione (logistica di Amazon o del venditore);

  • Pubblicità e promozione;

  • Prezzo di acquisto/produzione del prodotto, che ovviamente non dipendono da Amazon.

Andando con ordine, quindi, la prima scelta da compiere quando si inizia a vendere su Amazon è tra un piano di vendita individuale o professionale. Analizziamone brevemente le principali differenze.


Differenze tra account individuale e professionale Amazon

Il piano di vendita individuale è solitamente indicato per chi si avvicina per la prima volta alla vendita online e/o ha pochi prodotti da mettere in commercio. Il piano non ha costi fissi, ma presenta diversi limiti tra cui:

  • a ogni unità venduta, viene applicata una commissione di €0,99;

  • non si possono vendere più di 40 unità al mese;

  • non permette di ottenere la Buy Box;

  • è circoscritto a determinate categorie di prodotti;

  • è necessario caricare manualmente i prodotti dal Seller Central;

  • non dà accesso ai report di Amazon;

  • non consente di promuovere i prodotti con Amazon Advertising;

  • non permette di offrire il pacchetto regalo.

Tutto ciò è invece possibile con il piano di vendita professionale, che ha un costo mensile di € 39 + IVA.

Nella tabella qui sotto riportiamo l'elenco completo delle differenza tra le due tipologie.

In linea di massima, non possiamo affermare che un piano di vendita sia preferibile all'altro. Appare tuttavia evidente che quello base sia molto limitato. Per chi vuole ottenere dei risultati concreti vendendo su Amazon, il piano professionale è, di fatto, l'unica soluzione. Consigliamo la tariffa individuale solamente pa piccoli venditori che vogliono sperimentare la piattaforma e iniziare a comprenderne i meccanismi. In ogni caso, è possibile modificare il proprio piano di vendita solamente con un clic nelle proprie impostazioni su SellerCentral.


Commissioni Amazon per venditori

Abbiamo analizzato la differenza tra i due diversi piani di vendita, ma ovviante questa non è l'unica fonte di ricavo per Amazon. Il marketplace addebita un costo per ogni unità venduta. Ma quanto costano le commissioni di Amazon?

Oltre agli € 0,99 previsti per i venditori che scelgono l'account base, sono previste altre due tipologie di commissioni:

  • commissione di segnalazione per ogni prodotto venduto (applicata sia sui venditori Base sia su quelli Pro) in base al prezzo e alla categoria. La fee varia dal 6% al 20% a seconda della categoria, ma per la maggior parte dei prodotti corrisponde al 15,45% del prezzo finale. È possibile controllare quella dei propri articoli a questo link;

  • commissione di chiusura: è un costo aggiuntivo (da sommare alla commissione di segnalazione) per i prodotti di categoria "Media" ovvero Libri, Musica, DVD, Video, Software e Computer/Videogiochi e Console per videogiochi.

Quanto costa vendere su Amazon con il servizio FBA

La Logistica di Amazon è un programma che può essere utilizzato da venditori individuali e professionali. È un servizio di stoccaggio, imballaggio, spedizione, assistenza clienti e resi dei prodotti che il venditore affida direttamente al marketplace.

Amazon FBA ha, ovviamente, un costo che varia in base a dimensione, peso e caratteristiche del prodotto. Il tariffario, inoltre, aumenta nel periodo compreso tra ottobre e dicembre.


In particolare, i costi addebitati al venditore per utilizzare la logistica di Amazon sono:

● una tariffa di evasione degli ordini per imballaggio, spedizione, servizio clienti. Il tariffario è molto articolato e riportarlo tutto sarebbe impossibile, ma può essere consultato a questa pagina. Come anticipato, i prodotti più leggeri e meno voluminosi avranno delle tariffe più vantaggiose. Per gli articoli più piccoli e con prezzo di vendita inferiore a €10, Amazon ha ideato il programma Small & Light di cui abbiamo parlato meglio in questo articolo;

● una tariffa mensile per lo stoccaggio e l'immagazzinamento degli articoli nei centri logistici di Amazon, che riportiamo nel dettaglio nella tabella di seguito.


  • una tariffa per imballaggio ed etichettatura. Si tratta di un costo opzionale, in quanto sono operazioni che il venditore può gestire in autonomia.

La logistica di Amazon permette, inoltre, di far apparire il logo Prime sui propri articoli, il che è sinonimo di efficienza e garanzia. In questo articolo, abbiamo analizzato ancora più nel dettaglio il programma FBA.


Amazon Advertising: quanto costa la pubblicità su Amazon

Tutti i costi finora elencati permetterebbero di calcolare la propria marginalità in uno scenario ideale senza concorrenza, in cui non è necessario sponsorizzare i propri prodotti per ottenere maggiore visibilità e aumentare le vendite su Amazon. Purtroppo, questa non coincide spesso con la realtà. Infatti, è spesso necessario ricorrere a degli strumenti promozionali come Amazon ADV, coupon, offerte lampo e molto altro per poter garantire maggiore visibilità ai propri prodotti. Anche alla pubblicità su Amazon abbiamo dedicato un articolo apposito.

Quello che possiamo anticipare a livello di costi è che, trattandosi di campagne Pay per Clic, è per definizione impossibile calcolare a priori quanto incideranno sui nostri profitti. Tuttavia, è possibile determinare un budget giornaliero e considerarlo come un costo fisso da sostenere. Inoltre, resta di vitale importanza fare un'attenta analisi della marginalità per capire quanto spazio possiamo dare alla promozione senza imbatterci in una perdita.

Conclusioni

Vendere su Amazon è l'ambizione della maggior parte delle aziende, ma per farlo è necessario prima analizzare tutti i costi che la piattaforma implica, nonché definire i propri obiettivi. Le variabili da considerare sono molteplici e non è semplice calcolarle tutte.

Se hai altre domande in merito alle tariffe su Amazon o vuoi iniziare a vendere i tuoi prodotti, contattaci senza impegno, altrimenti: