Come aumentare le vendite su Amazon

Sempre più persone acquistano online. Amazon conta 300 milioni di clienti attivi in tutto il mondo e 18.000 imprese italiane già vendono sulla piattaforma. Questi numeri lo rendono di gran lunga il markeplace più grande al mondo. Tuttavia, se da una parte rappresenta un'ottima opportunità, dall'altra non sempre è facile ritagliarsi le proprie fette di mercato, specialmente per chi ha iniziato a vendere da poco. In questo articolo vi daremo alcuni pratici consigli su come aumentare le vendite su Amazon.


 
  1. Perché vendere su Amazon

  2. Strategie per aumentare vendite su Amazon fai da te

  3. Perché affidarsi a un’agenzia Amazon

 

Perché vendere su Amazon

La visibilità e il volume di traffico di Amazon non hanno eguali. Inoltre, da inizio pandemia il commercio online è cresciuto e sempre più persone si affidano al marketplace per i loro acquisti. I consumatori cercano un servizio comodo, economico e veloce per ricevere i prodotti direttamente a casa.

Oltre ad aumentare notevolmente la loro visibilità online, la piattaforma permette ai venditori di esportare i prodotti in tutto il mondo senza particolari difficoltà pur non avendo la struttura di una multinazionale.


Tuttavia, vendere su Amazon può risultare complicato. La competizione è elevata e basta pensare che il 70% degli utenti non va oltre alla prima pagina dei risultati di ricerca quando è alla ricerca di un prodotto.


Bisogna elaborare strategie di posizionamento efficaci e non sempre puoi farlo da solo. Il SellerCentral, la piattaforma gestionale di Amazon, ha un'infinità di applicazioni e, in caso di difficoltà, il servizio clienti è particolarmente inefficiente. Tuttavia, con molta pratica e molto tempo a disposizione nulla è impossibile. Di seguito spiegheremo quali sono i fattori principali per aumentare il fatturato su Amazon.


Strategie per aumentare vendite su Amazon fai da te

Come anticipato, le strategie per vendere su Amazon sono molteplici e non esiste una formula universalmente applicabile. Ciononostante, ci sono diverse best practice comuni a tutti i venditori e dalle quali non si dovrebbe prescindere. Proviamo a riportarle di seguito.


Lavora sulla presentazione del prodotto

Nonostante possa sembrare un consiglio ovvio, molti seller non lavorano a sufficienza su questo aspetto. Infatti, pur consapevoli dell'importanza della scheda prodotto, non hanno abbastanza empatia con il cliente. Il presupposto da cui bisogna partire è che gli utenti sono sempre meno pazienti e la loro soglia di attenzione è sempre più bassa. Pertanto, scorrendo tra i risultati di ricerca, l'attenzione che dedicheranno alla nostra pagina prodotto sarà ridotta a poche frazioni di secondo. Ogni dettaglio conta e tutte le informazioni più rilevanti devono essere messe quanto più in evidenza possibile.

Le descrizioni devono essere chiare e spiegare nel dettaglio - ma sempre in modo sintetico - i principali vantaggi dell'articolo. Inoltre, gli articoli devono essere ottimizzati anche in ottica SEO di Amazon per poter essere indicizzati dall'algoritmo, ma a questo abbiamo dedicato un articolo a parte.


Parlando di presentazione del prodotto non facciamo riferimento solamente alle descrizioni, ma anche alle immagini. Questo è un punto dolente di molti venditori, i quali non dedicano sufficiente attenzione a questo aspetto.

Amazon mette a disposizione fino a 7 slot per inserire le immagini e sarebbe opportuno sfruttarli tutti. L'obiettivo è quello di fornire al cliente un'esperienza equivalente a quella che avrebbe in un punto vendita al detta. Non essendo possibile avere una percezione tattile, le immagini dovrebbero mostrare il prodotto da ogni angolazione, mettendo in evidenza tutte le componenti e le principali caratteristiche.

Suggerimento: Mentre la prima immagine deve mostrare solo il prodotto su sfondo bianco, per le successive questo non è applicabile. Pertanto, consigliamo di aggiungere qualche informazione di testo che espliciti ulteriormente i punti di forza del prodotto.


Ulteriori migliorie della scheda prodotto possono essere il caricamento di un video, la creazione di un contenuto A+ e la creazione di un brand store. Questi strumenti sono in grado di aumentare ulteriormente il tasso di conversione ma, per poterne usufruire, occorre essere i titolari di un marchio registrato.


Studia al meglio il prezzo

Una strategia di prezzo corretta può aumentare notevolmente il tuo fatturato. Il prezzo che imposti inciderà notevolmente sul fatturato. Gli utenti Amazon sono sempre alla ricerca della tariffa più vantaggiosa, ma occorre prima fare un'attenta analisi della propria marginalità per non rischiare di abbassare eccessivamente i margini o addirittura generare un perdita.

Puoi impostare manualmente il prezzo, adattandolo alla tua clientela, alle esigenze del momento e alla concorrenza; oppure, puoi lasciare che sia Amazon a decidere il prezzo in automatico in base all'andamento del mercato.


Sfrutta tutti gli strumenti della piattaforma

Avere una scheda prodotto ottimizzata, per quanto indispensabile, non è quasi mai sufficiente per ottenere delle vendite. Anche per questo motivo, può essere necessario sfruttare al meglio tutti gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma.

Il primo passo è quello di utilizzare la pubblicità su Amazon, la quale può dare un'ottima spinta iniziale in termini di visibilità e vendite. Vendere permette di migliorare il proprio posizionamento, e quindi generare altre vendite iniziando così il proprio percorso di crescita.


Un'altra strategia efficace può essere quella di utilizzare la logistica di Amazon, il così detto Amazon FBA. Oltre ad alleggerire notevolmente il proprio carico di lavoro, i prodotti FBA sono ben visti dall'algoritmo, di ottenere la BuyBox e abbattere i costi della logistica, in quanto offre delle tariffe estremamente competitive; ma soprattutto, l'utilizzo del programma permette di far apparire il logo Prime sui propri prodotti. E questo rappresenta un grandissimo vantaggio.

Infine, anche strumenti come Amazon Vine, i coupon o le offerte del giorno possono dare una spinta notevole al vostro catalogo.


Ottimizza le performance

L'ambizione di Amazon di essere l'azienda più cliente-centrica al mondo è piuttosto nota. Per raggiungere questo obiettivo, l'algoritmo premia i venditori con le migliori performance, penalizzando chi:

  • Consegna in ritardo;

  • Ha un alto tasso di resi;

  • Spedisce diversi prodotti difettosi;

  • Esaurisce spesso le scorte o ha poco magazzino;

  • Risponde in ritardo alle domande dei clienti;

  • Ottiene cattive recensioni sui prodotti.

Per questo motivo, offrire un servizio di qualità è un fattore determinante.

Inoltre, il non rispetto di questi parametri potrebbe condurre a una sospensione di tutti i privilegi di vendita.


Perché affidarsi a un’agenzia Amazon

Come anticipato, la gestione del SellerCentral può essere particolarmente complicata. Per chi ha appena iniziato a vendere su Amazon, ottenere familiarità con il gestionale può richiedere molto tempo e fatica. Come non bastasse, la piattaforma è in continuo aggiornamento e stare al passo con tutto è, di fatto, un'attività a tempo pieno. Inoltre, per chi ha ancora poca esperienza, anche solo un clic sbagliato può rappresentare una consistente perdita di denaro, spesso senza nemmeno accorgersene.

Le agenzie Amazon aiutano le imprese a sviluppare al meglio la propria strategia, accelerando e ottimizzando il processo di crescita. Soprattutto in fase iniziale, ottenere le prime vendite può richiedere diverso tempo e un approccio corretto. Più lungo sarà questo processo e maggiore sarà anche il relativo costo-opportunità generato dalla non-vendita di prodotti.


Se hai altre domande, contattaci senza impegno oppure