Search

Vendere su Amazon in tutta Europa: una guida per iniziare



Far crescere e migliorare il proprio business significa lanciarsi sempre in nuove sfide. La tua prossima sfida potrebbe essere vendere su Amazon in tutta Europa per aumentare a dismisura la tua clientela, in questo articolo ti spieghiamo come si fa.


Amazon dà grandi opportunità per ampliare il mercato del proprio business. Una di queste è la possibilità di gestire dal proprio marketplace italiano le vendite sui canali di Amazon nelle altre nazioni dell'Unione Europea.


I paesi che dell'Unione Europea in cui esiste un marketplace, oltre all'Italia, sono: Francia, Germania e Spagna oltre alle recenti aggiunte di Paesi Bassi, Svezia e Polonia. Ovviamente, non essendoci un marketplace ad hoc per ogni nazione, i consumatori degli stati non presenti useranno il MP di un altro paese, questo va tenuto in conto per capire il pubblico a cui ci si rivolge.


Propendo i propri prodotti in questi mercati, si può aumentare il bacino dei potenziali venditori in modo importante, capiamo però quali sono i limiti e quali, invece, gli accorgimenti per sfruttare la meglio questa occasione.


1. Per vendere in un paese bisogna essere in quel paese 2. Logistica e tasse 3. SEO


1. Per vendere in un paese bisogna essere in quel paese


Per far sì che i vostri prodotti siano disponibili sui vari marketplace, basta caricare un prodotto sull'e-commerce di ogni paese scelto, ogni volta inserendo lo stesso SKU.

Esempio: una volta caricato il prodotto Y sul marketplace italiano con lo SKU 123456 dovrete ripetere la stessa operazione in un altro marketplace a vostra scelta, la scheda del prodotto però andrà compilata per ogni paese. 

Questo lavoro iniziale è sicuramente lungo e tedioso, ma importantissimo sia perché senza non si accede al mercato europeo, sia perché per vendere in nuovo paese sarà fondamentale l’ottimizzazione SEO. Nel caso la mole di lavoro vi sembra troppa o troppo complessa, in Italia ci sono molte agenzie che si occupano di gestire l'Amazon Marketplace per conto delle imprese (ad esempio noi..).


2. Logistica e tasse


Quando si parla di vender tramite Amazon in diversi paesi, logistica e fiscalità sono irrimediabilmente legate per diversi motivi. Andiamo con ordine, però, e capiamo prima quali sono le alternative tra cui scegliere per la logistica.

  • Spedire in proprio dall'Italia;

  • Utilizzare la logistica di Amazon FBA dall'Italia;

  • Utilizzare la logistica di Amazon FBA in uno o più paesi europei che non sono l'Italia;

  • Utilizzare la logistica paneuropea di Amazon FBA.

Spedendo in proprio dall'Italia non si va incontro a nessuna tassazione locale a patto di rimanere sotto una specifica soglia di fatturato annuo. Il lato negativo in questo caso è rimanere fuori dal circuito Prime e quindi essere meno appetibili per i clienti che potranno scegliere prodotti che arriveranno a casa loro in tempi molto più brevi.


Utilizzando la logistica di Amazon FBA (che abbiamo spiegato benissimo qui) dall'Italia si va incontro alle stesse logiche fiscali di quando si spedisce in autonomia, i vantaggi principali sono l'accesso al servizio Prime (che da una grande mano anche dal punto di vista del posizionamento) e la convenienza, sia economica sia per ridurre la mole di lavoro, di spedire una tantum grandi quantità di prodotti invece di spedire ogni volta l'ordine al cliente.


Se, invece, si sceglie di utilizzare la logistica di Amazon FBA in uno più paesi europei oltre all'Italia la questione fiscale si complica. Per ogni nazione in cui si trova un magazzino Amazon in cui è presente la vostra merce sarete tenuti a creare una partita IVA nel paese in questione, cosa che può essere un problema sia economico che burocratico.


La stessa accade utilizzando la logistica paneuropea FBA (in questo caso non potrete scegliere in quali paesi essere a fronte di un costo logistico minore) il vantaggio in questi casi è importante nel caso ci sono uno o più paesi in cui paesi in cui la vostra presenza è consolidata e il fatturato supera la soglia di cui abbiamo parlato prima (e quindi dovreste in ogni caso aprire una o più nuove partite IVA). Il vantaggio è quello di ridurre i costi logistici e quindi aumentare i profitti.


3. SEO


Quando si caricano i prodotti in più paesi con lo stesso SKU, il dato delle scorte per ogni prodotto si aggiornerà automaticamente per tutti i paesi. Per quanto riguarda l'aspetto dell'annuncio, Amazon impone di usare le stesse foto in ogni paese, i testi, invece, devono essere tradotti nella lingua del marketplace.


Le foto e le immagini, come avrete sicuramento già letto qui, sono molto importanti per il posizionamento nel motore di ricerca di Amazon, per questo bisogna fare molta attenzione a questi fattori.


Le immagini, visto che non possono essere cambiate, devono essere "universali". Evitate di scrivere informazioni importanti sulle foto, o nel caso il consiglio è di farlo o in inglese o con utilizzando formule comprensibili ovunque (ad esempio al posto di scrivere "misure" si possono mettere delle frecce).


Per i testi, invece, c'è più scelta. È possibile scegliere di farli tradurre in automatico da Amazon, minimo sforzo ma con il rischio di descrizioni incomprensibili e rinunciando a scegliere le parole chiave più adatte.


Ovviamente si può anche scegliere di lasciare tutto com'è perché magari si pensa che non ne vale la pena oppure quando si è in fase di sperimentazione e si fanno delle prove per capire come funziona. Se però il vostro obbiettivo è quello di espandere in modo concreto il vostro business ci sarà bisogno di attenzione e studio.


Ci sarà sicuramente bisogno di un'analisi di mercato mirata per ogni paese in cui si decide di approdare, per capire chi sono i vostri competitor e come lavorano. Una volta comprese alcune dinamiche, vanno scelti i prodotti più adatti per ogni paese e va studiata una strategia di posizionamento, sia organica sia a pagamento. Come abbiamo detto già più volte, quando si muovono i primi passi su Amazon è importantissimo sfruttare gli strumenti di sponsorizzazione per avere maggiore visibilità e non essere schiacciati dai venditori che sono già consolidati.


Soprattutto all'inizio, questo vale per ogni marketplace, effettuare qualche vendita, anche poche, sarà fondamentale, poiché Amazon tende a mostrare per primi i venditori che hanno più vendite effettuate, più esperienza e più recensioni e voi dovrete combattere contro loro e per vincere vi serviranno tutte le armi disponibili.


Per i testi, l'analisi delle parole chiave sarà importantissima e anche complicata, considerando le barriere linguistiche, anche in queste caso potrebbe essere di grande impegno assumere collaboratori nuovi o affidare il lavoro ad un'agenzia specializzata (noi siamo sempre qui).




Conclusioni


Per concludere, allargare il proprio business all'Unione Europea (così come farlo per gli Stati Uniti) è un occasione molto interessante per far crescere un'attività. Come ogni cosa bisogna prepararsi prima di lanciarsi a capofitto in questa nuova avventura, documentandosi e chiedendo consulenza ad agenzie specializzate. Se hai altre domande contattaci senza impegno, altrimenti: